Lettera aperta

SIAMO PREOCCUPATI E DELUSI.

I MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI NON SONO PACCHI


Siamo l’Associazione dei Tutori Volontari di Minori Stranieri Non Accompagnati toscana che riunisce gran
parte dei tutori della nostra regione, iscritti al Registro del Tribunale per i Minori di Firenze, come da Legge
47/2017.
In questi giorni stiamo assistendo al trasferimento di oltre settanta minori stranieri non accompagnati
(MSNA) da una struttura all’altra con modi e tempi che minacciano la già precaria stabilità dei ragazzi e
mettono in seria difficoltà il loro percorso di istruzione, formazione e integrazione fino a qui faticosamente
intrapreso.
I trasferimenti stanno avvenendo senza il dovuto coinvolgimento dei tutori che, per il ruolo assegnatoli
dalla legge, hanno il dovere di seguire i ragazzi nel percorso verso l’autonomia e di assicurarsi che questo
sia il più adatto alle loro esigenze, aspettative e caratteristiche. I tutori conoscono i propri ragazzi, i loro
pregi, difetti e fragilità e rappresentano, insieme agli educatori, il punto di riferimento di ragazzi che
portano sulle spalle pesi enormi.
La nostra Associazione è in attesa di una risposta alla richiesta, fatta dieci giorni fa, di un incontro urgente
con l’assessora del Comune di Firenze, Sara Funaro, e con i suoi dirigenti per capire le motivazioni di tali
decisioni.
Attuato con queste modalità, il provvedimento dimostra una mancanza di rispetto verso i ragazzi, verso la
nostra attività di tutori volontari e verso il lavoro degli educatori che, insieme a noi, sostengono ogni giorno
i minori nella ricerca di un equilibrio così duramente messo alla prova.
Ci chiediamo dove sia il supremo interesse del minore che le leggi nazionali ed internazionali sanciscono.
Ci auguriamo che per il futuro la figura del tutore volontario sia, come previsto dalla legge, il punto di
riferimento prioritario nelle scelte che vengono prese per condurre i ragazzi alla maggiore età e
all’autonomia, rendendoli persone in grado di affrontare con serenità le successive difficili tappe della vita.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su google
Condividi su print
Condividi su email

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Maggiori informazioni